Home
 Gran Sasso
 Le vostre foto
 Mailing list

 Come fare...

 

Una delle cascate del rio Tordino

 
     
 

Info | Come arrivare | Amatrice | Vegetazione | Geologia | Escursioni | Bibliografia

© 2003-2017
 

 

 
 

 ::. Monti della Laga | Escursioni | Le cascate del Rio Tordino e del Fosso della Cavata da Padula

info@lagagransasso.it
 

 

 
 


::. Difficoltà: E (media difficoltà)
::.
Dislivello +/- 700 mt
::. Durata complessiva 1 giornata
-> Mappa
-> Google map
-> Filmato
 

 
 

 

 
 


La Laga non si smentisce mai e nonostante le varie captazioni riesce ad offrire superbi spettacoli della natura a base di... acqua, roccia e verdi boschi! L'acqua della cascata della foto in alto "scompare" poche decine di metri più in basso lasciando inesorabilmente a secco il letto del Rio Tordino, da noi risalito con grande delusione, facendoci solo immaginare cosa poteva essere ed invece non è.

Oltre al Rio Tordino tutta la zona ad Est di Monte Pelone (2259 mt) è stata captata, dal Fosso delle Gruette al Fosso della Cavata, ciò nonostante è comunque possibile apprezzare bei salti d'acqua sopratutto nella zona di Ponte Flammagno (1050 mt). Ovviamente al di sopra delle captazioni, sopratutto in primavera, è possibile ammirare restandone affascinati una lunga serie di cascate, scivoli e salti.

Dopo aver raggiunto Padula si prosegue in direzione di Macchiatornella e, oltrepassato il ponte sul Tordino, si parcheggia nei pressi dell'ampia curva che aggira il crestone dove inizia il sentiero.

Il tratto iniziale dell'escursione è da fare con tranquillità, facendo attenzione a riconoscere i sentieri che permettono di scendere ad apprezzare i vari salti: la cascata Posaturo, il secondo salto senza nome e sopratutto la cascata Cantagalli.

Tornati sul sentiero principale si risale a sinistra (direzione rifugio della Fiumata) fino a trovare, intorno a quota +/- 1431 mt in zona Cesa Lunga, una sorta di crocevia. A sinistra si va in direzione della chiusa al di sopra della quale è possibile ammirare la cascata della foto in alto, mentre proseguendo verso destra dopo +/- 1,3 km si raggiunge, con una piccola deviazione verso sinistra, la cascata Sette Fonti nei pressi del Fosso delle Gruette.

Di nuovo sul sentiero si prosegue verso il Bosco Cagliera fino ad incrociare il Sentiero Italia (SI) nei pressi di un piccolo rifugio Enel (1396 mt). Il Fosso della Cavata, non distante, subito al di sopra della chiusa offre due belle cascate. Per chi volesse vedere i salti superiori (+/- altri 400 mt di dislivello) è possibile risalire il Bosco di Langammella sempre seguendo il Sentiero Italia.

Chi invece, oramai appagato, decide di chiudere il cerchio potrà seguire il SI in discesa fino ad incrociare il sentiero di salita. Le cascate viste durante questa escursione di sicuro lasceranno uno splendido ricordo della Laga.
 

 
     top