Home
 Gran Sasso
 Le vostre foto
 Mailing list

 Come fare...

 

Da Colle Pelara si scende

 
     
 

Info | Come arrivare | Amatrice | Vegetazione | Geologia | Escursioni | Bibliografia

© 2003-2017
 

 

 
 

 ::. Monti della Laga | Escursioni | Colle Pelara (1898 mt) per la Via dei Lupi della Laga

info@lagagransasso.it
 

 

 
 


::. Difficoltà: EE (difficile)
::. Dislivello +/- 515 mt
::. Durata complessiva 1/2 giornata
-> Google map
 

 
 

 

 
 


"E dovrei chiudere qui... ma non posso tacere che le creste, in realtà, non sarebbero ancora finite, infatti dallo Stazzo di Gorzano, invece di scendere per la mulattiera, si può raggiungere l'adiacente Colle Pelara e continuare la discesa per il crinale di questo, che, con tracciato per niente comodo ed evidente, si tuffa direttamente sul Sacro Cuore.

Roccette, ripidi canalini terrosi, fratte testarde, giustificano, almeno in parte, il folcloristico nome di 'Via dei Lupi della Laga', con cui questo percorso è chiamato dagli escursionisti locali, autori tra l'altro di quei pochi e sbiaditi segni di vernice rossa che ogni tanto si notano qua e là sulle pietre di questo tracciato fuori moda."

Così scriveva Manilio Prignano sulla Rivista del CAI, di Novembre-Dicembre 2005 (Cfr. biblio 13), parlando delle creste della Laga.

Ovviamente sentir parlare di "Via dei Lupi della Laga", anche se la cresta che risale Colle Pelara aveva già destato interesse, ci mise in fermento tanto che i primi di febbraio del 2006 eravamo pronti a tentare la salita.

C'era abbastanza neve e pochi segni, come giustamente metteva in evidenza l'articolo, e così dopo qualche ora di salita nel bosco una ripida paretina di rocce, ricoperta da neve inconsistente, metteva fine alle nostre velleità... bisogna saper rinunciare se si vuole tentare di nuovo!

Passa un anno e decidiamo di salire dallo Stazzo della Pacina il costone di sinistra, destra orografica, del canalone NO di quota 2283 il cosidetto Monte Spaccato come riferisce sempre l'articolo. Una volta raggiunta la cresta si decide di "far visita" a Sua Maestà laziale Monte Gorzano per poi discendere al suo stazzo.

Stazzo di Gorzano, Colle Pelara... Via dei Lupi della Laga!

L'occasione era buona per ritentare e completare l'itinerario iniziato l'anno prima.

Gli autori di "... quei pochi segni di vernice rossa..." nel frattempo avevano posto rimedio, magari dopo aver letto l'articolo, tracciando un buon filo di Arianna che guida l'escursionista per un tracciato, e qui conveniamo con il Prignano, "...per niente comodo ed evidente...!"

E' pur vero però che, anche se fuori moda, non si può tacere la splendida visione offerta dalla via sul Fosso di Valle Conca e sul ripido e valangoso versante Nord di Colle Vacciuno.

L'escursione si svolge sul versante amatriciano. Si parte da Capricchia e dopo un paio di km si raggiunge lo slargo non distante dal Sacro Cuore (1381 mt) dove si parcheggia.

L'inizio è proprio di fronte al parcheggio, tra due gruppi di rocce, a sinistra. Una volta individuati i segni la via è obbligata... si segue la cresta! Ripidi pendii nel bosco, canalini di terra, qualche passaggio su roccia, tratti aerei... tutto concorre a rendere questo itinerario "pepato".

Sicuramente da sconsigliare in caso di pioggia o in presenza di terreno bagnato si può concludere tranquillamente allo Stazzo di Gorzano, con ritorno tramite il sentiero che passa per Valle di Selva Grande, oppure essere l'inizio di tante altre possibilità...
 

 
     top