Home
 Laga
 Le vostre foto
 Mailing list

 Come fare...

 

Monte Jenca dalla cresta ovest di Monte Corvo

 
     
 

Info | Come arrivare | Vegetazione | Rifugi | Escursioni | Bibliografia

© 2003-2017
 

 

 
 

 ::. Gran Sasso | Escursioni | Monte Jenca (2208 mt) dal Fosso Pietra di Salomone

info@lagagransasso.it
 

 

 
 


::. Difficoltà: E (media difficoltà)
::.
Dislivello +/- 1000 mt
::.
Durata complessiva 1 giornata
-> Mappa
-> Google map
 

 
 

 

 
 


Itinerario di media difficoltà con bei panorami sulla Valle del Chiarino e sul versante meridionale di Monte Corvo.

Usciti ad Assergi, dall'autostrada A24, si prosegue per il Passo delle Capannelle. Dopo aver superato il piccolo borgo San Pietro si continua ancora per alcuni km fino ad intercettare, intorno a quota 1350 mt, la carrareccia che si inoltra verso destra nel Fosso Pietra di Salomone.

Parcheggiata l'auto si risale fino ad arrivare ad un piccolo slargo alla sinistra del quale un sentiero risale il costone Vicennole. Si continua quindi a salire su tracce di sentiero fino ad incrociare, intorno a quota 1700 mt, la carrareccia che proviene dai pressi di Colle della Croce (1481 mt) e che conduce al Passo del Belvedere (1789 mt).

Bella la vista sul gruppo della Laga.

In direzione nord-ovest, oltre la cresta compresa tra la Valle del Paradiso e la Valle dell'Inferno, è possibile individuare il rifugio Antonella Panepucci Alessandri (1700 mt), occhio alla bandiera se è alzata... è buon segno! Vuol dire che è aperto.

Dal Passo invece di seguire la cresta verso ovest che conduce in vetta, si prende il sentierino che passa alla sua sinistra e che costeggiando al di sopra di una fascia di rocce porta prima ad un belvedere a quota 1815 mt, splendido il colpo d'occhio sul Bosco del Chiarino, e poi proseguendo raggiunge la piccola e deliziosa valle del Procoio Vecchio.

Oltrepassato il fosso principale si aggira il versante occidentale del Morrone (2067 mt) fino ad arrivare sulla cresta nord-ovest. Ottimo punto panoramico su Monte Corvo (2623 mt) e l'alta Valle del Chiarino. Raggiunto il Morrone si continua per cresta in direzione del piccolo Lago di Camarda (2050 mt), luogo di incontro con cavalli e bovini al pascolo. Dal Piano di Camarda si rimonta il versante orientale di Monte Ienca fino in vetta.

Per la discesa si prosegue in cresta verso ovest fino ad arrivare ad una selletta, poco prima di quota 1936 mt si scende verso sinistra (1850 mt, ruderi sulla mappa) e per tracce di sentiero si raggiunge Fonte Banconi (1780 mt). Dalla fonte si continua a scendere fino ad incontrare il sentiero che taglia in diagonale il versante meridionale di Monte Ienca proveniente dal Passo del Belvedere.

Dopo aver oltrepassato la Torretta (1717 mt, ruderi di un'antica... Torretta!) e prima del Fosso della Stanga si abbandona il sentiero tagliando liberamente verso sud-ovest in direzione del Fosso Pietra di Salomone fino a raggiungere l'auto.
 

 
     top