Home
 Laga
 Le vostre foto
 Mailing list

 Come fare...

 

Monte Aquila, Vado di Corno e sullo sfondo il Gran Sasso

 
     
 

Info | Come arrivare | Vegetazione | Rifugi | Escursioni | Bibliografia

© 2003-2017
 

 

 
 

 ::. Gran Sasso | Escursioni | Monte Aquila (2495 mt) per la Valle dell'Inferno

info@lagagransasso.it
 

 

 
 


::. Difficoltà: EE (difficile)
::.
Dislivello +/- 1100 mt
::.
Sviluppo +/- 11,3 km
::.
Durata complessiva 1/2 giornata
-> OpenStreetMap
 

Dal laghetto di Pietranzoni
 

 

 
 


Itinerario breve e remunerativo con panorama stupendo sul Corno Grande.

Arrivati a Campo Imperatore si segue il lungo rettifilo che porta all'Albergo. Giunti in prossimità della prima curva a sinistra (+/- a quota 1800 mt), la si supera e si parcheggia ad uno slargo sulla destra.

Quì parte la comoda carrareccia che, rapidamente conduce al Vado di Corno (1924 mt). La vista sul Paretone è unica e se si è muniti di binocolo si può andare a "caccia" di un nido d'aquila color... rosso: il bivacco Bafile.

Superato il Vado si tralascia la carrareccia, che continua verso sinistra, e si seguono i segni in direzione di Casale San Nicola che scendono a destra. Ad una selletta, a quota 1673 mt, si devia a sinistra per un breve tratto nel bosco, usciti dal quale rapidamente si raggiunge il rifugio Nicola D'Arcangelo (1665 mt).

Seguendo tracce di sentiero, si risale fino all'ingresso della parte alta della Valle dell'Inferno per ammirarne le bellezze.

Da quì si segue il vecchio Sentiero Geologico:

"... A mezza costa, con saliscendi, si prosegue nel fianco del vallone, fin quando un tratto attrezzato con catena non riporta sul costone di sinistra, che si rimonta. A un tratto attrezzato non breve, segue un crinale piuttosto lungo con pendenza costante (bella vista sul versante sud-orientale del Massiccio del Corno Grande). Si passa a destra di una torre gialla con strapiombi. La si fiancheggia, si raggiunge una crestina che si segue, poi si costeggia a sinistra un tratto roccioso, cui segue un altro tratto di cresta fin sotto roccette, dove si devia a sinistra entrando in un breve canaletto molto ripido (attenzione! E' possibile evitarlo aggirandolo a sinistra su sfasciumi), e in breve si raggiunge la cima del Monte Aquila 2494 m, su cui è una croce ..." (vedi biblio 11)

A proposito del tratto attrezzato bisogna dire che versa in pessime condizioni, con tratti non ancorati o peggio, su ancoraggi molto vecchi, ed anche se qualche catena è nuova è bene quindi non fidarsi!

Il nostro itinerario (vedi mappa), nella parte alta, passa tra le due torri e risale senza difficoltà tecniche su pendio ghiaioso e monotono fino in vetta. Per la discesa si segue la cresta, verso est, con belle vedute sul Corno Grande e la piana di Campo Imperatore fino a raggiungere di nuovo il Vado di Corno.

Per saperne di più ...
1
. http://www.auaa.it
 

     top