Home
 Laga
 Le vostre foto
 Mailing list

 Come fare...

 

 Castel del Monte (AQ)

 
     
 

Info | Come arrivare | Vegetazione | Rifugi | Escursioni | Bibliografia

© 2003-2017
 

 

 
 

 ::. Gran Sasso | Escursioni | Castel del Monte (1346 mt)

info@lagagransasso.it
 

 

 
 


::. Difficoltà: T (nessuna!)
::.
Dislivello +/- 0 mt
::.
Durata complessiva libera
-> Mappa
-> Google map
 

 
 

 

 
 


Come arrivarci
::.
da Roma si prende l'autostrada A24 fino all'uscita dell'Aquila Est, si continua sulla Statale 17 in direzione Pescara fino al bivio per Barisciano per poi raggiungere, dopo alcuni km, il delizioso borgo di S. Stefano di Sessanio. Si oltrepassa il piccolo centro di Calascio e dopo qualche km si arriva a Castel del Monte.

::. da Pescara si segue l'autostrada A25, direzione Roma, fino all'uscita Bussi-Popoli. Si continua sulla Statale 17, in direzione dell'Aquila, fino al bivio per Ofena. Dopo aver voltato a destra si raggiunge Ofena si continua per Villa S. Lucia e... si arriva a Castel del Monte.
 

 
 

 

 
 


L'attuale centro abitato si è esteso intorno all'antico borgo fortificato di origine medievale facendo di Castel del Monte un prototipo dell'insediamento compatto tipico dell'Abruzzo interno; esso deve la sua struttura chiusa ed arroccata, fatta di case strette l'una all'altra all'interno di una robusta cinta di mura (in parte ancora visibile), a esigenze difensive e di adattamento al paesaggio montano, oltre che alla pratica millenaria della pastorizia transumante che non prevedeva ricoveri per le greggi interni al paese.

Al centro storico si accede attraverso cinque porte; estremamente affascinante è l'ambiente urbano che, a partire dal nucleo originario ("rione ricetto"), si sviluppa in quattro vie principali intersecate dalle "rue", ripide stradine a gradoni, e collegate dagli "sporti", gallerie e passaggi ad arco fra le abitazioni che si aprono su suggestivi punti panoramici.

(Note a cura della Regione Abruzzo Settore Turismo)

Camminando all'interno dell'antico borgo si incontrano cartelli relativi a L'Itinerario Culturale con informazioni e curiosità utili per conoscere meglio lo spirito del luogo.

::. La Casa Antica: in essa è stato ricostruito il tipico ambiente domestico dei nostri antenati. Il focolare con gli utensili della povera cucina contadina, "ru cascebanche" per ammassare la pasta e il pane e per custodirlo e gli strumenti dei lavori femminili, gli oggetti della vita quotidiana custoditi nella credenza ornata delle foto spedite dai figli e dei parenti emigrati, le immagini sacre esposte a tutela della casa.

::. Gli Sporti: questa impressionante infilata di sporti evidenzia come l'architettura del tempo modellava le abitazioni sul terreno, seguendone le pieghe, arrampicandosi sulle rocce.

E' un ambiente urbano di indubbio fascino che queste caratteristiche gallerie che corrono nelle viscere del paese contribuiscono ad accrescere. Questo fascino arcano contribuì a trasformarli, nella credenza popolare, in luoghi magici per riti propiziatori.

Una credenza popolare voleva che uno dei rimedi per liberare i bambini colpiti dai sortilegi di una strega, consistesse nell'attraversare a mezzanotte, nel più assoluto silenzio, sette sporti consecutivi per poi recarsi in un crocevia dove battere i panni della creatura e scacciare in tal modo il maleficio dal suo corpo. Etc.
 

 
     top