Home
 Laga
 Le vostre foto
 Mailing list

 Come fare...

 

Versante nord di Monte Corvo

 
     
 

Info | Come arrivare | Vegetazione | Rifugi | Escursioni | Bibliografia

© 2003-2017
 

 

 
 

 ::. Gran Sasso | Escursioni | L'Anello di Monte Corvo (2623 mt) dalla Masseria Cappelli

info@lagagransasso.it
 

 

 
 


::. Difficoltà: EE (difficile)
::.
Dislivello +/- 1350 mt
::.
Durata complessiva 1 giornata... lunga!
-> OpenStreetMap
 

 

 

 
 


Escursione lunga, faticosa e solitaria ma particolarmente bella per la varietà di ambienti e panorami che permette di apprezzare.

Dalla S.S. 80, nei pressi della frazione di Ortolano, si attraversa la diga del lago di Provvidenza e si continua sulla sterrata, che inizialmente costeggia il lago e poi risale la Valle del Chiarino in +/- 4,5 km, fino a raggiungere la restaurata Masseria Cappelli (1262 mt) dove è possibile parcheggiare.

La chiesetta di San Martino, poco oltre, segna la fine della carrareccia percorribile durante la buona stagione, qui inizia infatti il divieto di transito.

Pur avendolo percorso più volte, il tratto che dalla Masseria Cappelli risale al Corridoio, ogni volta è risultato "nuovo". Essendo molto poco frequentato si individua con difficoltà e con difficoltà si segue: molte tracce e pochi segni!

Siete dunque avvisati: il Corridoio si raggiunge a ... "naso"!

Per la cronaca il Corridoio è un tratto dell'ampio crestone che unisce Monte Cardito, non lontano dalla frazione di Nerito, con la base nord-ovest di Monte Corvo ossia il Campiglione.

Raggiunto il Corridoio dunque si aggira a sinistra un cocuzzolo, in leggera salita in mezzo al bosco, e si arriva sui prati del Campiglione sotto l'imponente versante nord-ovest di Monte Corvo (2623 mt). Oltrepassato uno stazzo di pastori si prosegue, a mezza costa, fino ad arrivare alla sella che divide il Colle delle Monache dal Monte Corvo.

Man mano che si sale il panorama si amplia, con i Monti della Laga e il lago di Campotosto che si fanno sempre più visibili.

Dalla sella (1906 mt) il sentiero, mantenendosi sulla destra, scende a traversare Valle Crivellaro per poi risalire alla Piana S. Pietro (1785 mt), sotto Colle Andreole. Dalla Piana S. Pietro si tralascia la traccia a sinistra, che prosegue per Colle Abetone e Prato Selva, e si continua in discesa a raggiungere il Rifugio del Monte a quota 1614 mt.

Poco a valle del rifugio è possibile fare rifornimento di acqua.

Oltrepassato il rifugio il sentiero risale la cresta nord di Monte Corvo per poi traversare i ripidi pendii erbosi del suo versante nord-est. Raggiunto un pianoro si prosegue raggiungendo il fondo di Valle Venacquaro.

Si continua quindi in leggera ascesa fino a visualizzare i tre passaggi, ad ovest, che permettono di completare il giro: Forchetta della Falasca (2187 mt), Sella Venacquaro (2236 mt) e Sella di Monte Corvo (2305 mt).

Dalla Sella Venacquaro si continua a scendere, sino ad arrivare allo Stazzo di Solagne (1697 mt). Qui arriva una comoda carrareccia che conduce prima al rifugio Fioretti (1500 mt) e poi alla restaurata Masseria Cappelli.
 

 
     top